By Stefano Catone

Lo spettacolo del basket americano va in scena ogni notte, dal tramonto all’alba, per noi europei. Il ritorno del prescelto a Cleveland, le magie di Stephen Curry e l’avventura a Boston di Datome sono spesso solamente racconti su carta, a parole, che non sempre riescono a descrivere una giocata prepotente, o un colpo d’astuzia.

Una possibilità, però, c’è. Una possibilità per cominciare la giornata a pane e NBA, per cominciare col piede giusto, tra sogno americano, spettacolo e adrenalina. Le franchigie della NBA, infatti, stanno investendo molto nella cura dei propri profili su Instagram, producendo contenuti che permettono di essere aggiornati su risultati, protagonisti, retroscena, campagne virali e – soprattutto – di rivedere le giocate migliori, le più spettacolari, quelle decisive.

san antonio spurs


Per dare un’idea di quanto la pallacanestro made in USA abbia investito su questo canale di comuncazione è sufficiente citare un dato: il canale ufficiale della lega (@nba) conta oltre 5 milioni di follower e, soprattutto, in tre giorni (16, 17 e 18 marzo) ha postato 39 contenuti (13 al giorno), ciascuno dei quali ottiene più di 100.000 like. Il post con più interazioni è un video, che ritrae un salvataggio pazzesco di John Wall, playmaker dei Washington Wizards (ovviamente taggato nella descrizione del video, @johnwall), che ha prodotto 175.000 like e 12.000 commenti.

Amazing effort by @johnwall!

A post shared by NBA (@nba) on

Poi ci sono le franchigie, e il loro contributo allo stream sulla nottata NBA è assolutamente di primissima qualità. Se Boston Celtics, Golden State Warriors e Los Angeles Lakers producono di media 3,5 contenuti al giorno a testa, i San Antonio Spurs – detentori dell’anello – ne producono quasi il doppio. Spesso i contenuti sono call to action, invitando i tifosi a postare fotografie sul tema, per partecipare al tifo anche sui social network.

Il risultato di tutto ciò, all’ora di colazione, è un flusso di informazioni in formato grafico e video, da far scorrere sul proprio smartphone con il pollice della mano sinistra, mentre con la mano destra si afferra il pane, da imburrare con lo spettacolo della NBA.

Rick Welts, presidente dei Golden State Warriors, in occasione della "social media night".

Rick Welts, presidente dei Golden State Warriors, in occasione della “social media night”.

Annunci